Welcome to the global community of soccer

In questi giorni di Mondiali di Calcio c’è una storia che più di tutte mi preme sottolineare.

L’idiosincrasia fra lo sport americano e quello del resto del mondo è cosa notissima. Quelli di squadra intendo. A loro piacciono sport come il football americano, il baseball, l’hockey e l’NBA certo. L’unica che può avere un corrispettivo anche in Europa e nel resto del mondo in fatto di seguito, passione e livello di campionati. Anche se poi anche l’NBA è quasi un altro sport. Io per esempio la seguo e seguo pochissimo o niente il basket nostrano. Questo nel tempo ha portato alla definizione di “sport americani” per intendere quelli sopra citati sia nell’ambito della comunicazione (vedi riviste e programmi televisivi) sia negli appassionati che difendono a spada tratta la propria passione. Sia da un lato che dall’altro.

Ci hanno provato, organizzando l’edizione del 1994 dei mondiali di calcio, ad importare presso il grande pubblico questo noioso sport “che si gioca con i piedi”, ma i risultati non furono soddisfacenti. E anche il campionato professionistico statunitense non decolla. L’interesse rimane scarso e si riduce nel tentativo di portare da quelle parti qualche ex-stella europea come Beckham.

Però io penso che se una cosa ha un suo valore, grande o piccolo che sia, se lo ha, prima o poi ti ci ritrovi a dover fare i conti.

Agli statunitensi forse serviva di ritrovarsi nella condizione per cui, dopo averle provate tutte per 90 minuti contro l’Algeria, in un attimo passassero dall’eliminazione alla vittoria del girone nel quale si trova tra l’altro la nazionale che li ha colonizzati. L’attimo in cui, quando si gonfia la rete, vengono fuori quegli istinti primordiali senza che ci sia una pubblicità da mandare in onda.

Solo passione e gioia. Ho avuto quasi le lacrime vedendo questo video. E’ commovente.

5 pensieri su “Welcome to the global community of soccer

  1. Favoloso, certe emozioni così incontrollabili e incontrollate restano il più bel mistero “around the world”. Vero oppio dei popoli…

  2. La faccia del bambino al minuto 1:02 è impagabile. E comunque se la sono meritata ampiamente per come hanno giocato finora. Stasera hanno il Ghana e se passano l’Uruguay… vedremo.

  3. eheh, secondo me molto del coinvolgimento è dato dalla scelta del pezzo in sottofondo. :D
    Io per esempio ho tratto molta più gioia nel gol di Gyan di questa sera. Vera metafora della vita.

  4. La partita col Ghana l’ho vista solo fino alla fine del primo tempo e pare che l’abbiano buttata via nella ripresa per poi essere puniti. Nel discorso generale “educativo” ci sta, così cominciano ad assaporare le delusioni. Ma li ho visti bene in questo mondiale.

  5. Beh credo che il loro problema sia squisitamente “culturale”. Col calcio hanno poca affinità e si vede, ma se la cosa iniziasse a prender piede tra la gente è indubbio che col materiale umano che hanno a disposizione (parlo proprio di numeri) è facile che arrivino ad imporsi.
    Io spero che continuino a snobbare questo sport…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...