A farlo con la bocca sarebbe “tc pa tc pa tcpatcpa tc pa”

Rusko è un nome strano, un qualcosa che evoca o hip hop o lo spacciatore sotto casa che se gli allunghi 5 euro ti butta un occhio anche alla macchina. C’è un’ulteriore opzione quella per cui Rusko è un produttore dubstep (genere a cui non mi avvicinerò mai abbastanza, presente quei momenti in cui ti avvicini a qualcosa e ne scopri altre trecentotre che vorresti sentire? Ecco) al momento sulla cresta dell’onda non solo per avere prodotto un ottimo lavoro come OMG ma anche per avere parzialmente prodotto l’ultimo /\/\/\Y/\ di M.I.A. (con risultati peraltro eccellenti), arriva sulle cronache indipendenti per un matrimonio artistico di quelli che il popolo dal naso storto e dal gusto ineccepibile (è sarcasmo eh) non si può lasciare sfuggire. Il singolo Hold On (da cui è estratto un video abbastanza dimenticabile) che prevede il featuring di Amber Coffman dei Dirty Projectors, un po’ come dire che ne so, una cosa bella su una cosa ancora più bella, e quanto abbiamo amato Bitte Orca da queste parti penso sia storia nota. Ecco, se conoscete già bene il dubstep immaginate già la pienezza e la bellezza del tutto, se non è così beh, è un buon inizio lo spingere play

2 pensieri su “A farlo con la bocca sarebbe “tc pa tc pa tcpatcpa tc pa”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...