Parental Control: non contiene la parola Ultras

Ho sottoscritto la tessera del tifoso convinto che imbrattarsi un pochino la coscienza a favore della sconfinata passione per la mia squadra non fosse il primo male al mondo.

Infatti non lo è, ma il compromesso che ho dovuto accettare è stato più ampio e scomodo di quanto mi avevano fatto credere.

Certo è una schedatura, una delle tante, che puzza di incostituzionalità. Nonostante ciò mi preoccupo meno dei pericoli in termini di privacy, può fare molti più danni facebook o chi per lui. Quel che più mi preoccupa è l’aspetto subdolo della questione: cosa c’entrano le banche?

Un passo indietro, così il Viminale sulla Tessera:

“E’ uno strumento delle società sportive che serve a valorizzare il rapporto trasparente ed aperto con i propri tifosi. I più appassionati potranno avere anche tessere del tifoso di squadre differenti.” (Pausa, grosse risate – oppure – Bello, le figurine Panini!) “Non può averla chi è sottoposto a Daspo (attualmente 5000 persone) e chi è stato condannato, anche in primo grado, per reati da stadio.”

Vado allo stadio ed in trasferta da oltre 15 anni, non ho mai avuto problemi con le forze dell’ordine e penso che mai ne avrò. Però conosco i meccanismi e le dinamiche di quello che può scatenare un reato da stadio, il quale, nonostante il nome fuorviante, non è diverso da qualunque azione a delinquere e come tale dovrebbe essere trattato.

Appare lampante che la tessera non è un deterrente perché “Agevola l’acquisto dei biglietti, esenta dalle restrizioni previste per motivi di ordine pubblico in casa e in trasferta, ma è obbligatoria per chi vuole fare l’abbonamento e andare in trasferta nel settore riservato agli ospiti”. Spiego il paradosso con due esempi spiccioli: uno, posso andare in trasferta senza la tessera del tifoso acquistando un biglietto per qualsiasi altro settore non riservato agli ospiti; due, con la tessera del tifoso della mia squadra posso acquistare biglietti per il settore ospiti di qualsiasi partita. Ovvio che se ho cattive intenzioni mi trovo agevolato a manifestarle.

In generale questo provvedimento, come fu per la buffonata dei tornelli, non interviene laddove accadono il 95% dei disordini, ovvero fuori dagli stadi. Ma c’è un limite chilometrico che separa un reato da stadio da un reato comune legato a fattori di disagio sociale? Credo di no. Ai vertici dovrebbero lavorare in questa ottica con un po’ di intelligenza e buon senso. Difficile.

Quindi cosa serve la tessera del tifoso? ecco la brutta sorpresa che i telegiornali non raccontano. La tessera del tifoso appare a tutti gli effetti per quella che è: una carta di credito ricaricabile. Ogni società ha stretto accordi con una banca per la sua stipula. La tessera del tifoso, di fatto, è uno strumento in mano alle banche per controllare le abitudini commerciali dei tifosi ed è un incentivo a spendere camuffato da varie forme promozionali. Ora, non lo scopro certo io, il fratello di Giancarlo Abete (presidente della FIGC) è Luigi Abete, tra le altre cose vicepresidente dell’ABI (Associazione Bancaria Italiana). E come si dice… a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca.

Mi sono ridotto a citare Andreotti, il che è tutto dire.

6 pensieri su “Parental Control: non contiene la parola Ultras

  1. esatto. io e il mio gruppetto di amici che, come te, facciamo stadi e trasferte da anni senza il minimo problema di daspo&co., non l’abbiamo fatta, indignati. (poi, capisco chi la fa eh, la passione comanda). non serve a risolvere il problema della violenza ed è l’ennesima fuffa spacciata per tutt’altro. fedeltà in cambio di un bancomat e/o sconti all’autogrill. insomma, uno schifo. poi si riempiono la bocca con le magiche paroline ‘riportiamo la gente negli stadi’. sì, come no. parlo da una realtà piccola (reggio emilia) pero’ in due giornate mai vista così poca gente allo stadio…

  2. io scrivo da Cesena ed in questo anno di grazia ci sono due problemi in più connessi alla tessera, o meglio al non farla:

    1-niente tessera niente abbonamento, niente abbonamento niente partita in curva (quasi impossibile trovare i pochi biglietti rimasti e comunque lunghe code agli sportelli ogni volta)

    2-i prezzi. l’abbonamento in curva l’ho pagato 220 euro. Sabato col Milan la curva costava 25+2 di prevendita, col Lecce costerà 20+2. Moltiplicando per 19 il conto è presto fatto, non fare l’abbonamento era economicamente folle.

    to whom it may concern:
    posizione degli ultras http://www.tuttocesena.it/?action=read&idnotizia=1065
    condivisibile risposta di un ragazzo tesserato http://www.tuttocesena.it/?action=read&idnotizia=1080

  3. Sono anche io un tifoso del Cesena, non ho fatto la tessera del tifoso, ma siccome ero abbonato lo scorso anno ho esercitato la prelazione sui biglietti, in pratica ho per tutte le partite casalinghe del Cesena il biglietto a mia disposizione. Contro il Milan costava 15 (per i prelazionati)…quindi non c’è uno svantaggio così strampalato….forza Cesena!!!

  4. e non è ancora finita…sai quanto ancora dovranno spremerci come limoni..sfruttando la nostra inesauribile passione…vedrai se costruiscono qualche stadio nuovo quanto costerà un biglietto…e mi fanno tenerezza gli ultras “coerenti” che scrivono e cantano “non ci avrete mai come volete voi”…vi/ci hanno avuto da un pezzo..prima ci hanno avuto al sabato o in qualsiasi altro giorno e orario..poi schedati…poi con carta di credito (chi prima e chi dopo avranno tutti)…e tra poco vedrete ci avranno anche cosi (sigh) http://www.youtube.com/watch?v=LqGwoTVqzO0&feature=player_embedded

    unica soluzione? cambiare passione.

  5. @M2op hai ragione! ma io purtroppo l’anno scorso non ero abbonato a causa di impegni sportivi al sabato (“No al Sabato”, un’altra battaglia persa, come ha ricordato Marcello)… poi tra una cosa e l’altra (anticipi, posticipi, sospensioni campionati dilettanti) di partite ne ho perse poche. Tutte le volte in fila per il biglietto, dopo un anno mi sono detto: mai più senza abbonamento!
    Lo penserai anche tu alla fine di quest’anno ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...