unacanzoneunlibrounfilm. (la rubrica inutile)

William Fitzsimmons – Fortune (2014)

<3

 

Le vergini suicide di J. Eugenides (1994)

verginiLibro fra i miei preferiti, così come il film da cui è tratto.  Il racconto di un gruppo di ragazzi che dopo ventanni ricorda le vicende delle sorelle Libson, cinque spledide e tormentate ragazze, misteriose e irraggiungibili per i loro spasimanti che ripercorrono un anno che ha segnato per tutti un inzio e una fine. Gli anni settanta e l’America ben pensante e perbenista fanno da sfondo all’inquietudine e al turbamento di cinque adolescenti che vogliono solo  vivere con la frivolezza e la leggerezza che dovrebbe far parte di quegli anni ma che loro è negata. Una scrittura dolorosa e allo stesso tempo leggera, un libro delicato e profondo che turba e affascina  e lascia perplessi, con mille domande e interrogativi irrisolti, come forse è giusto che sia.

Bellissimo.

 

 

 

 

The grand Budapest hotel di W. Andersen (2014)

Sottotitolo: farsi del bene.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...