NYC ballads #2

Si pensa che il mondo sia autosufficiente. Ma nulla è autosufficiente. Ogni cosa fa parte di qualcos’altro. I miei piccoli giorni si riversano negli anni luce. Ecco perché posso solo fingere di essere qualcuno. Ed ecco perché quando ho cominciato a lavorare a queste pagine mi sono sentito un duplicato. Non sapevo se fossi io a scrivere oppure qualcuno a cui volevo assomigliare.

Cosmopolis, Don DeLillo